Cultura, didattica e informazione dal carcere

Sono una redattrice e giornalista freelance, da anni i miei studi hanno ruotato intorno alla realtà del carcere, in particolare mi sono occupata di diritti umani, Costituzioni, culture e religioni.


Una voce dal carcere: Liberi dentro – Eduradio

Dal 13 aprile scorso, a causa del blocco didattico e rieducativo scatenato dall’emergenza Coronavirus, su questo blog è partita la trasmissione radiofonica “Liberi dentro -Eduradio”: un progetto nato grazie a una rete di promotori sul suolo bolognese con cui abbiamo avviato l’idea di una Radio per il carcere e la cittadinanza con l’obiettivo di portare le nostre voci da fuori a dentro il carcere e continuare la nostra attività di formazione ai detenuti per farla conoscere anche ai cittadini. Qui nella pagina dedicata ai podcast ci sono tutte le nostre puntate anche della II edizione estiva del programma, che andrà in onda su Radio Città Fujiko 103.1, alle ore 11.00 del sabato e alle 18.00 della domenica, su Radio Città Fujiko 103.1 e in differita televisiva al canale 292 RTR fino al 20 settembre. Buon ascolto!

I Week end di Liberi dentro – Eduradio dal 4 luglio al 4 ottobre!

Clicca qui per ascoltarci in podcast! Eccoci giunti all’inizio dell’edizione estiva dei “Week end di Liberi dentro – Eduradio” la nostra trasmissione dedicata al carcere e alla cittadinanza, in cui ci siamo dati come obiettivo quello di non lasciare il vuoto da lockdown in carcere durante l’estate.

Le puntate sono trasmesse su Radio Città Fujiko ore 11.00 del sabato e 18.00 di domenica, e sono trasmesse in differita televisiva al canale RTR 292 del digitale terrestre alle ore: 10.15 – 14.30 e 21.00. Seguiteci anche da remoto sul nostro portale Youtube!

Questo video raccoglie la rassegna stampa “scelta” da me e riguarda la cronaca sulla Casa Circondariale Dozza a partire dalla data del 9 marzo (inizio delle rivolte nelle carceri, fra cui anche la Dozza) alla data del 9 aprile. Un mese intenso in cui si è creata attorno al carcere una cordata di solidarietà di varie associazioni, gli insegnanti e i formatori che da anni operano in carcere per dare sviluppo al nostro progetto della Radio.

Progetti

Ho raccolto una selezione dei miei lavori più recenti e importanti. Ognuno di questi laboratori mi riempie di orgoglio e spero che ti piacerà leggerli, almeno quanto a me è piaciuto svolgerli e scriverli. Se hai domande o richieste, contattami.

Agosto in carcere. Gli extra di Liberi dentro

Non si fermano le trasmissioni “Radio carcere”, nemmeno nel periodo estivo della pausa di programma di Liberi dentro Eduradio, che riprenderà il 22 agosto. E nel frattempo? I volontari carcerari non mollano, e nonostante i ripetuti ma vani appelli per poter di nuovo varcare le mura carcerarie, decidono di darsi da fare con la propria voce per parlare ancora ai ristretti via etere.

Ponte di Fiabe

Ti va di raccontare una fiaba che hai incontrato nella tua terra? Un laboratorio finalizzato alla promozione dei diritti umani e del dialogo interculturale. Un progetto incentrato sull’idea della diversità come risorsa, che coinvolge sia il mondo dentro al carcere sia quello fuori, in particolare le scuole, e prevede lo scambio e la riscrittura di favole appartenenti alle tradizioni culturali dei vari paesi d’origine.

Religioni per la cittadinanza

è un progetto educativo realizzato, tra gennaio e giugno 2019, rivolto ai detenuti del penale e dell’alta sicurezza. Ciò che ne è scaturito è una ricerca qualitativa sull’emersione della religiosità in detenzione, analizzandone le potenzialità e le criticità. Lorenzo Stanzani, regista bolognese, ha documentato l’intera esperienza in un film intitolato “Nel bene e nel male – Dio in carcere”.

Mediterraneo comune. Popoli e culture in dialogo

Che il mediterraneo sia… cita una nota canzone di Eugenio Bennato. E come sarebbe avviare, oggi nelle carceri, una riflessione sui temi etici e storici che accomunano, fin dal passato, le civiltà affacciate sul mar Mediterraneo? Questa è l’idea sottesa a “Mediterraneo comune”, laboratorio avviato nel 2014 nel carcere di Bologna con i detenuti stranieri.

Segui il blog…

E ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.

5 pensieri su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...