Lettera di Pasquale

Senza categoria

IO, IL CUORE E IL CERVELLO: CONTATE FINO A 3 PRIMA DI USCIRE!

Nella vita ci sono racconti belli, racconti brutti, racconti tristi e racconti d’amore, racconti sconvolgenti e racconti che, anche se non li racconti, fa lo stesso.

Una vera e propria raccolta di racconti che forse, anche se vivi cent’anni, alcuni di essi non potrai mai viverli. Comunque se non puoi viverli, puoi sempre leggerli, ma come ho detto prima, puoi campare anche duecento anni e quasi certamente alcuni di essi potrebbero sfuggirti.

E se a sfuggirci fosse proprio quello nostro?

Raccontare un nostro racconto! Raccontare una parte della nostra vita, della nostra esistenza.

Potrei cominciare io a raccontarvi qualcosa di me, come ad esempio dirvi che mi trovo in una cella, seduto in uno sgabello con una penna nera della marca Buffetti Stic Pen 1.0 e in questo venerdì 17 aprile, alle ore 21,30, sto scrivendo, cercando di raccontarmi.

E’ un anno difficile questo, il 2020 sicuramente verrà ricordato e raccontato per molto tempo, invece la mia vita, in questa epoca, ha poca importanza. Ma in fondo si vive di sentimenti, di emozioni, d’amore e forse vi sembrerà strano, ma anch’io ho un cuore. Anch’io, a 44 anni, ricordo d’essere stato bambino e in quei lontanissimi tempi, ricordo che non avrei mai immaginato di finire in galera.

Eppure sbagliavo tante volte da piccolo e non ero mai finito in galera. Ma sì, lo so, il motivo: “La galera è una cosa da grandi”. Ci finiscono solo i cattivi!

Però, che cosa strana! Sento che il mio cuore mi dice: “Pasquale, cosa dici, tu non sei cattivo!”.

Il mio cuore è simpatico, ha sempre voglia di scherzare. Pensate che litiga sempre con il mio cervello. Uno pensa che io sia buono e l’altro invece pensa il contrario.

E voi che pensate di voi stessi? A volte è veramente difficile mettere d’accordo due persone.

Lo vediamo anche con i politici, non riescono mai a mettersi d’accordo. Anche tra mamma e figli è difficile trovare un compromesso. Alcune volte si arriva persino a litigare, proprio come feci io, e inevitabilmente arrivi pure ad andartene di casa, proprio come fece il mio cervello.

Ecco, vedete, il mio cervello litigò con il mio IO ed il mio cuore se ne stette lì, zitto zitto in silenzio e così la frittata fu fatta.

Ma un bimbo che ne sa, sempre azzurra non può essere l’età! Così cantavano I Nomadi e questa canzono da piccolo mi piaceva tanto, ma forse ero troppo azzurro per capirne il significato. Forse anche la maggior parte delle persone che non sono state mai in carcere sono troppo nere, troppo arrabbiate per capire il significato di stare chiusi.

Alcune volte sento che per noi, ci vorrebbe la certezza della pena. Poi quando sentono che qualcuno di noi sconta il suo reato ai domiciliari, si lamentano perchè sono già liberi. Anche i domiciliari fanno parte della pena.

Lo stanno vivendo tante persone in questo momento, con la pandemia del Covid-19 e stanno capendo quanto è difficile stare chiusi 23 ore al giorno. Alcuni fanno delle piccole evasioni, ci sono sempre i furbetti e penso che ce ne saranno finchè il mondo vivrà. Dei furbetti che mettono a rischio la vita dei propri cari e di altri, forse tanto furbi non sono! Ma non sono nemmeno cattivi.

Secondo me è questione di cuore, cervello e del loro IO, del loro essere.

Bisogna un po’ accordare queste tre note e forse troveranno la giusta armonia e non usciranno più senza un motivo valido.

Ho perso il filo del mio racconto, dov’ero rimasto? Ah! Ora ricordo: “Ero scappato di casa”.

Vedete? Io scappavo di casa e voi invece avete la fortuna che non potete uscire!

Che strana la vita: a volte è proprio chi sbaglia a darvi i giusti consigli: “Contate fino a 3 prima di uscire!”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...